21 novembre 2008

Stavo con una che...

Già, son quelle donne di cui si parla durante le "serate bar" con gli amici.
Quando tutti si diventa fighi, conquistatori, spezza cuori, strappalacrime, uomini tutti d'un pezzo. E anche bugiardi.

"Io stavo con una che... a letto faceva delle cose che... se te le racconto te non credi che..."
Oppure "io stavo con una che, ci aveva un'amica che..."

E chi se lo inQula quello che "io stavo con una che anche la madre mi si voleva portare a letto?", eh?

Ma il numero uno, quello che davvero non si può superare, è quello che "io stavo con una che, quando l'ho mollata, ha cercato di ammazzarsi".

Bene. Mi sento un po' come Sauro (il San Paolo dei cattolici, ma non la banca) quello che diceva "se siete tristi, sono triste con voi"...
Se siete felici, son felice con voi. Se vi vergognate, mi vergogno con voi... e anche volentieri...

Beh, io stavo con una che, quando mi ha mollato, mi è sembrato di morire. Efforse poco ci è mancato.Stavo con una che, quando ha preso la sua decisione, rispettarla mi è bruciata l'anima. Da dentro.
Un dolore sordo e tagliente, che tutti conosciamo. Perché è un dolore di vita attraverso il quale tutti, prima o dopo, dobbiamo vivere.

Stavo con una che l'amavo con tutto l'amore che potevo. Stavo con una che, la prima volta che abbiamo fatto l'amore, quello vergine ero io. Anche se l'amore l'avevo già fatto.
Stavo con una che ho rivisto ieri sera. Ferma lì, quasi vitrea.
Stavo con una che, a guardarla dentro, ci aveva una voragine. Con due "g".
Stavo con una che, ieri sera ho capito perché "stavo con una che."

Che te, passi tempo a chiederti "eccheminchiacazzo ho fatto per meritare questo?"
Che te, passi tempo a maledirti, a tirare calci in culo alla fortuna, ad abbaiare al cielo o a chissà chi, e ti chiedi "ma che minchiacazzo t'ho fatto io, per meritare questo?"
Cheppoi, a te, quando ti dicono "tutto ha un motivo", te questo caSSo di motivo mica lo vedi, e allora ti viene da mandare tutti a ca__re.

Beh. Il motivo c'è. Resta nascosto, invisibile proprio, per anni e anni. Mappoi salta fuori, forZe quando meno te lo aspetti. E il motivo è lì, tutto pronto per farsi annusare.

Eppoi, a te, che ci sian voluti tutti quegli anni, di colpo, non te ne frega più niente. Peggio. Ti dai del coLLione perché sei rimasto anni a pensare ad una cosa che, una volta scoperta, non ha più importanza il tempo.

Ecco. Io stavo con una donna che, mi è sembrato di morire. Stavo con una donna che, a costo di morire, mi ha insegnato quanto sono stupende e tanto vicine a Dio, tutte le donne che...

Che (escludendo ovviamente i miei biNbi) non c'è niente di più bello di vedere una donna che accarezza l'aria, e poco importa il corpo. Le donne sono tutte belle, perché sanno accarezzare l'aria.
Posta un commento