23 agosto 2007

Commissione Tutoria: l'assurdo continua...

Oggi, 24 agosto, il mio cucciolo più piccolo, verrà sottoposto ad un intervento chirurgico (di "routine"). Da uomo diligente, mi sottometto alla volontà assurda delle leggi elvetiche e, con una letterina educata, chiedo alla Commissione Tutoria di potere assistere all'intervento e di passare col mio bimbo la delicata fase post-operatoria. Cosa ci si aspetta, nell'interesse del piccolo Nicholas? Ci si aspetta che tutti, per una volta, si sia d'accordo...
Di fatto il disaccordo non c'è ma, nel dettaglio:

a. scrivo alla Tutoria facendo la mia richiesta;
b. la Tutoria risponde dicendo che ci vuole il consenso della madre;
c. la madre dà il suo consenso. Ora occorre quello del curatore;
d. il curatore non oppone obiezioni (se non una assurda messagli in bocca dalla mia ex dolce metà, per la quale verrà, a suo tempo, portata in tribunale... ma è altra storia...)
e. Nicholas.... ehi.... e Nicholas? A lui nessuno a chiesto niente....!!!!!!

Certo, il mio bimbo e felice che ci sia anch'io... Ma, se per assurdo, mia moglie o il curatore avessero espresso parere sfavorevole... la volontà di Nicholas chi la avrebbe ascoltata???

Ma... scusate... la CTR non deve fare gli interessi del minore??? Beh, tanto per cominciare, per assolvere questo solenne compito, occorrerebbe fargli una domanda, no???

Mah... forse ho capito male...

VERGOGNATEVI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

3 commenti:

zefirina ha detto...

se ti può consolare quando l'allora mio cucciolo di due anni dovette essere sottoposto ad un'operazioncina in un punto delicato per voi maschietti ..non ci fecero proprio entrare manco per niente... e non c'era nessuna commissione a cui chiedere..

zefirina ha detto...

p.s. spero sia andato tutto bene per il tuo cucciolo

danDapit ha detto...

Sai che c'è?
Penso che tendano a "lasciar fuori" dalle cose legali i bambini, anche chiedere un loro parere fa parte di questa tendenza... nel bene e nel male!
Non so quanti anni abbia il tuo bimbo, però -a parte le leggi- è vero che bisogna tutelarli dal...farli diventare adulti troppo presto! Se ci pensi bene, lo scegliere fa parte della vita adulta, e per gli stessi adulti a volte è difficile e faticoso!
In questo caso era facile: solo chiedere se voleva accanto il papà... ma "il problema" sta nel creare ciò che poi verrà definito "il precedente".
Può trasformarsi in una catena...

Al bambino si può chiedere se vuole il papà accanto, ma come glielo chiederesti se foste ancora insieme "mamma e papà"... (senza farglielo chiedere da altre figure, tutorie e legali...)

Mah, è complicato...so quello che voglio esprimere, ma non so se sono riuscita a trasmettere il fulcro...
Scusa se non sono riuscita!

E come sta ora? Gli sei stato vicino? E' andato tutto bene?