15 settembre 2007

Cose che creano cose che creano caos

14 settembre, ore 20:30, circa

Driiin

Io: "Pronto?"
Lei: "Ciao, sono M., ti disturbo?"
Io: "No..." (mentre cerco di ricorda chi sia questa M.)
Lei: "Sai, ti stavo scrivendo un' e-mail ma... insomma... non mi veniva niente di pertinente, così ho deciso di telefonarti..., ho fatto male?"
Io: "No, certo che no..."
Lei: "Voglio solo dirti che ieri sera sei stato davvero un tesoro, mi sono divertita tantissimo, la cena era perfetta, l'ambiete era perfetto, tu sei stato perfetto... insomma, una serata davvero bellissima."
Io: "Senti..."
Lei: "Aspetta, voglio dirti ancora che ho apprezzato il fatto che... insomma... non sei stato come gli altri... non ci hai provato, mi hai riportato a casa, mi hai salutato e basta..."
Io: "Ascolta..."
Lei: "Mi sono fatta le paranoie tutta la sera... mi sono chiesta mille cose, non so se ho fatto bene. Ero paralizzata, da parte tua non arrivava nessun segnale e io non sapevo cosa fare. Avrai pensato che mi sono comportata come una liceale, vero? È vero che lo hai pensato?"
Io: "Ascolta..."
Lei: "Però...."
Io: "Ascolta..." (sono stato obbligato ad interromperla, ve lo giuro, era una mitragliatrice, parlava a raffica) "ascolta... credo davvero che tu abbia sbagliato numero..."
Lei: "Oddio, scusa... (risatina imbarazzata) ma dici sul serio? Che stupida che sono, scusami scusami scusami..."
Click (!)

6 commenti:

Anonimo ha detto...

ROTFL...sembra una barzelletta. :-)

zefirina ha detto...

a me è capitato via mail, ad un indirizzo di posta su hotmail con tanto di nome e cognome (ho scoperto di avere un'omonima però decisamente più giovane di me), il tono era questo ciao biondona (e fin lì ci siamo), mi piacerebbe rinverdire la conoscenza e passare una bella serata come l'ultima assieme... firmato...
io invece di fare finta di niente gli ho risposto così:
ciao f... ho passato molte magnifiche serate ma nessuna che mi ricordi con te...
non ci crederai è nata una corrispondenza che dura tuttora

sonia ha detto...

Eh ci credo che tu non l'abbia interrotta subito alla ragazza. Quando hai usmato come poteva finire la conversazione, l'hai lasciata fare mentre tu ti stavi divertendo di brutto...;D Terribbile che sei! :D :D

Se mi fossi trovata io panni della ragazza, dopo questa telefonata non avrei più chiamato l'altro, ma magari avrei richiamato te per conoscerti meglio. ;)

Un abbraccio

digito ergo sum ha detto...

@anonimo: sembra, ma non lo è... te lo assicuro...

@zefirina: bella, questa cosa... ma te l'ho già detto, non mi stupisce sia facile avere un contatto umano con te.

@sonia: sei un casino troppo avanti.. ;-)

danDapit ha detto...

Beh... divertente!
...e a parte che lei aveva sbagliato numero, c'è anche il fatto che non lasciava spazio di interloquire! ...Era un po' in ansia?
...("fammi dire tutto e tutto d'un fiato così mi toglo il pensiero!!" *__* )

Così tanta figuraccia non l'ha fatta, visto che non vi conoscete!
;o)
Però forse ha imparato che lasciare spazio anche all'altro può essere "utile e producente"!... =__=

o no?????????? (hi, hi!!)

digito ergo sum ha detto...

@Dandapit: al di là dei contenuti (trascritti da me in modo più o meno fedeli) la telefonata è stata davvero divertente. Il ritmo incalzante con cui parlava era, di suo, un bel tratto "ilare"... In quanto ad avere imparato a lasciare spazio anche ai suoi interlocutori... glielo auguro ma non ci spero...

Un abbraccio