15 settembre 2007

Tutti i luoghi del mondo...


Un altro umile consiglio di lettura. Tutti i luoghi del mondo è forse il più bel libro di Davide Pinardi. Il libro, un romanzo di facile lettura (e di profonda interpretazione), è suggestivo, nonostante l'idea che lo sorregge non è originalissima. È la storia di un recluso che impara ad uscire dal proprio corpo (OBE Out of Body Experience). Insomma, la parafrasi dell' "io recluso", l'analisi "della costrizione dell'uomo", inserito in un tempo e in un luogo i quali, di fatto, neppure sono i suoi...
Un'altra volta, pochi soldi, spesi bene...

Nessun commento: