29 novembre 2008

Di blogger, di scazzi e d'altre amenità (fanti a cavallo di loro stessi)

In questi giorni, e son serio, ricevo millemila segnali da molti di voi, che le cose giran male (o poco bene) un po' per tutti.

E a me MI si stringe sempre il Quore.

Non conta un casso, ma sono vicino a tutti voi, ché vi voglio bene anche se non ho il vostro permesso. E se siete tristi, son triste con voi. Se siete felici, son felice con voi. Se siete così così son così così con voi.

Ho sempre creduto e sempre crederò che passa tutto. Siamo tutti in cerca di un pianoforte che ci sappia suonare, l'importante è non smettere mai di fare in modo che ci trovi.

Vi abbraccio.

PS: Ora non cominciate con apprezzamenti sulla "mia persona". Perché questo è il mio apprezzamento su di voi, che siete belli davvero. E sono sincero, anche se ci credete no.
Posta un commento