4 novembre 2007

Buon compleanno, amore mio

"Piccolo" A. Oggi è il tuo compleanno. Sono passati nove anni da quando hai fatto prepotentemente irruzione nel mio cuore. Di questo ti ringrazio perché, con la tua dolcezza e con la semplicità di cui sei capace, mi hai insegnato tante cose. La prima, in assoluto, è stata la capacità di innalzare le mie soglie dell'amore e della sopportazione. Ogni giorno ti adoro più del giorno prima, anche se, ogni volta, mi sembra che, nel mio cuore, non ci sia più spazio disponibile. Grazie a te e a tuo fratello, sto anche sopportando, insieme a voi, questa situazione dura, consapevolmente orribile e deleteria. Ma, oggi, si festeggia, non si parla d'altro. Perché, oggi, si fermerà ogni guerra, ogni ostilità, i rumori nell'aria saranno grida di soddisfazione e risate, non raffiche di mitra e cannoni. Sono orgoglioso di te, della forza che dimostri, della saggezza che sai dare a un papà come me che, senza di voi, sarebbe un uomo da reinventare. Ti adoro. Papà
Posta un commento