28 novembre 2007

Certa gente c'han sempre il sorriso

Stavo andando in ufficio. Mica niente di speciale. Lo faccio tutti i giorni. Scendo dall'autobus. Vedo una ragazza davanti a me. Niente di che, anzi, una discreta faccina da pirla. Mi guarda, sorride a tuttodenti. E io mi dico: "ma certa gente cosa c'avranno da ridere?"

Poi arrivo danvanti alla porta del palazzo in cui lavoro. Stavo litigando con le chiavi... passa un ometto, mi dice "buongiorno" e mi fa un sorriso. E io penso: "ma certa gente cosa c'avranno da ridere?"

Entro nel palazzo, incontro un signore simpatico, che fa le pulizie. Mi sorride e mi dice "ciao". E io mi interrogo: "ma certa gente cosa c'avranno da ridere?"

Arrivo in ufficio, entro... un mio collega scoppia a ridere e mi dice: "ueh, pirla, hai la cerniera aperta, si vedon le mutande".

E io penso: "ma certa gente devono proprio guardarmi il pacco?"

Ora è chiaro. Se la gente sorridono, è perché o c'hanno una paresi o perché ti vedon le mutande. O entrambe le cose.

E, allora, senza ipocrisia, senza sapere né come siete vestiti né se c'avete la cerniera aperta... senza sapere di che colore avete le mutande (mutande è un gerundio?), vi sorrido. Buona giornata, bloggerstztts.
Posta un commento