9 dicembre 2007

E son millecinquecento

No, non sono tre cinquecento che si tamponano a catena. Sono gli sciocchini che, ad oggi, hanno perso il loro tempo per guardare il mio profilo che, per inciso:

a. è un "ensemble" di minchiate;
b. a guardarmi in faccia uno non è che si diverte, a guardarmi di profilo uno si spaventa pure (chiedete a chi mi conosce...)

Allora, mi chiedo: va bene il blog (che se fatto bene è una figata), va bene lasciare messaggi e commenti (grande cosa), ma andare a vedere il profilo del Digito, non è che è un'esagerazione? Insomma, per farla breve, ma voi non c'avete un cazzo da fare, non c'avete?

Però vi ringrazio, perché io qui, mica posso chiamarvi amici, ma amici virtuali sì. E ho "conosciuto" gente davvero grande, intelligente e che stimo. Che la stima mica la si dà a tutti, è mica un raffreddore, la stima.

Di qualcuno di voi ho apprezzato il modo di vedere le cose, di concepire la vita, il mondo, l'universo e (in climax) il puré di patate. Io questi qui li ringrazio tutti, perché tra la gente che c'ha il blog, ci sono dei geni. Nel vero senso della parola. E, allora, grazie a tutti. Je vous aime tous. Qualsiasi cazzo di cosa voglia dire.

PS: Ammetto, 1'499 volte, sul mio profilo, c'ho cliccato io, c'ho cliccato. Ho l'indice della mano destra che sembra un bicipite.

Digitino vostro. (Vado a cagare, vado...)
Posta un commento