3 dicembre 2007

Una serata da sogno (di sabbia)

La buona sognodisabbia mi invitol... mi invitebb... mi ha invitato, iersera, ad una cena a casa sua. C'era ella, la Laura (che ha scrivuto un libro interessante assai, titolantisi "Effetto Sandro" che ben illustra e parla del sentimento forte che si possa provare tra due estragn... estranei che frequentano la medesima chat) c'era la Beba il di lei homo e altre due o tre ragazze. Un paio delle quali notevolmente aggrazzzzzzziate da madre natura (o da una valle di silicone).

Sognodisabbia, sapendo che sono completamente appiedato, privo di carretta e patente per scarrettare, mi è venuta a prendolli. Alle 18.00 ero sotto la doccia, alle prese col "boa". Il boa, sotto la doccia, proprio perché libero dalla costrizione della braga, dà il meglio di sé, picchiettando qua e là e agitandosi come pochi. Squilla il mobailfon e la sognodisabbia mi dice: "ce la fai per le 18.15 anziché delle 18.30??". Esaltato dal mancato ritardo della sognodisabbia che, di norma, arriva fino a 24 ore in ritardo, il Digito dà un cazzottone al boa, affinché facci (congiuntivo ticinese) il bravo. Visto che i capelli li lavo in due secondi e li asciugo in uno, con un fiatone che neanche Gelindo Bordin alla fine della maratona, arrivo sul lugo dell'appuntamento in perfetto e sincronizzato orario. La sognodisabbia, ironica e beffarda come solo le donne sanno essere, mi arriva lo stesso alle 18.30! Non ci si trovava mica... alla fine, parlando al telefono per orientarci, si scopre insieme che lei era, in auto, circa 45 centimentri dietro di me e mi diceva "vedi dove c'è l'insegna che lampeggia, ecco al semaforo a sinistra" (sti cazzi! il luovo dell'appuntamento ha una densità di un semaforo per centimetro quadrato... e lei mi cercava il semaforo dopo il quale imboccare a sinistra....)

Si arriva a casa sua, si conosce la gente, si parla del meno e del meno... e la Beba mi cristona dietro tutta la sera, dedicandomi in tempo reale un post che neanche la mia ex moglie mi dedicherebbe. (E questo è già tutto dire. Non per mischiare il sacro e il profano ma, la mia ex signora, negli ultimi giorni ha cagato fuori dal vaso, insieme a quei comici delle CTR ma, di questo, avrò modo di scrivere più in là).

Insomma, per non tediarvi oltre... direte voi: "oh, finalmente il digito ha trovato donna? Il suo fascino ha colpito qualche ipovedente col morbo di Alzheimer e devastata dalla semenza denil... demenza senile?????"



























No!
Posta un commento