2 aprile 2008

Ora vi racconto una scoria

Andrebbe raccontata UN PO' PIÙ BENE di così, ma il tempo è tiranno e la stringo, dai fianchi verso il centro (No! Così si restringe ma si allunga)

Tre cavalieri vengono avvertiti da un mago che, da lì a tre settimane (eh?), in un bosco appena fuori dalle mura cittadine, sarebbe spuntato un fiore magico, il cui possesso avrebbe garantito ogni tipo di successo.
I tre si mettono subito in viaggio:

il primo chiede agli abitanti del bosco cosa occorra fare per fare crescere dei fiori nella fitta foresta. Gli abitanti rispondono che occorre acqua, luce e un terreno preparato. Il cavaliere percepisce l'impossibilità dell'avventura e, tirando un sacco di parolone dietro al povero mago, incazzato come un'anguilla incazzata, se ne va.

Il secondo pone agli abitanti del bosco le stesse domande del primo, alle quali ottiene le stesse risposte (perché gli abitanti del bosco sono mica stronzi, sono...). Valuta la possibilità di fare passare la luce tra le fronde fitte degli alberi fitti della foresta fitta, la possibilità di fare giungere acqua e di preparare il terreno. Si scoraggia, scoreggia e se ne va.

Il terzo, che ha posto le stesse domande degli altri due e alle quali gli abitanti del bosco (tentati di rispondere altrimenti perché ne avevano piene le scatole di dire a tutti la stessa cosa) hanno risposto nello stesso modo in cui hanno risposto agli altri due, va in cerca di un fiume e, con un gran lavoro, scava un canale che porti acqua fino al bosco. Poi si inerpica sugli alberi per tagliare le fitte fronde dei fitti alberi della fitta foresta... (vado a cagare, ho capito) per permettere alla luce di penetrare. Laddove la luce batte sul terreno, prepara con cura la terra; strappa l'erba (e non la fuma), estirpa i parassiti (e se li fuma...). Ripete le operazioni di pulizia ogni giorno per tutto il tempo che lo separa dall'evento prodigioso.
Allo scoccare della terza settimana si alza un forte vento e cominciano a piovere, dappertutto, i semi che faranno crescere il fiore della felicità.
AVETE CAPITO, AVETE?
1. non scoraggiatevi mai;
2. abbiate pazienza, anche quando ne avete pieni i maroni di pazientare e sembra che tutto vi sia avverso;
3. spiegatemela, se l'avete capita, perché c'ho capito un cavolo, io. ;-)
Vi abbraccio
Digitino
POST Scriptum: Chiedo scusa per il POST lungo. Non l'ho fatto apPOSTa. Non vorrei che,a POSTeriori, si rilevasse una supPOSTa nel POSTeriore.

50 commenti:

angelo dei boschi ha detto...

è semplicemente magnifica...

Flower ha detto...

A me piace. E mi piace pure quando ti firmi "Digitino".. :D

Oggi vedo tutto di buonumore, e solo ieri stavo di peste. Che carattere del piffero che ho.

digito ergo sum ha detto...

@angelo dei boschi

Lo credo anche io. Un po' "volemose bbene" e seNplicistica, ma ottimistica.

@fiorellino

L'equilibrio e il carattere sono altre cose. Non è per forza equilibrio (come del resto non è per forza segno di un "bel" carattere) vedere sempre tutto rosa o tutto nero. Il vero equilibrio (ed il vero carattere) sta nell'accettare entraNbe le condizioni, sapendo che sono passeggIere. Ti abbraccio

debug ha detto...

Mi ci voleva.
Mi ci vuole.
E se mi ci vorrà, me ne ricorderò.
buongiorno, digito.
:-)

digito ergo sum ha detto...

@debug

È qui e qui resta. Per tutto il tempo e tutte le volte che vorrai.

Un abbraccio, cara

Centobloggers ha detto...

Fico il post! Apprezziamo l'apprezzamento per il non prezzolato progetto centobloggers. Se ti andasse di partecipare basta che ci lasci una mail all'indirizzo centobloggers@gmail.com

Un centoblogger non ha prezzo!

desaparecida ha detto...

oh...digitino il tuo linguaggio aulico....mi lascia x ora senza parole!
così se spoglio qsto post dei tuoi epiteti..e metafore....posso dire che è bella la storiella...ma tu l'hai resa meravigliosamente avvincente!

un bacio!

Cetta ha detto...

che bella favola(?)! Cosa ti sei fumato la sera prima???:)!Se non ti dispiace ti linko!!

digito ergo sum ha detto...

@centobloggers

Fico il concetto di 200 mani... ci penso, ci penso... e caso mai, vi contatto. Tutti e 100. ;-)

@desaparecida

Ehi... ma il fascino sta proprio negli epiteti. Come no? Allora vedi che mica l'ho capita, 'sta scoria...? Un abbraccio e buona serata.

@cetta

a. non è una favola;
b. fosse solo quello che ho fumato la sera prima; :-)
c. linka che linko.

Grazie, un abbraccio, buona serata...

nonsoloattimi ha detto...

Ma come si fa a commentarti...? ci metto l'impegno ma poi nel ridere perdo il filo del discorso... ci riprovo domani ;)
smack
Claudia

LEA ha detto...

i fiori cresceranno pure poi però ci vuole tanto pollice verde per curarli....!

Melina2811 ha detto...

un bel blog... complimenti. Ciao da Maria

Lucignolo ha detto...

E poi ti guardi intorno e scopri che i fiori della felicità crescono anche nel sotto bosco, con poca luce e la sola umidità della notte da bere.

E allora, non t'incazz, non scuregg, e sdraiati ad aspettar... fiducioso !

La felicità ogni tanto ti trova anche se fai di tutto per nasconderti.

ByBy

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Si ma in quel caso nessuno ha remato contro. dipendeva da lui. E' quando le cose non dipendono solo da te che allora questa parabola a mio avviso ha dei limiti.

Ciao!
Daniele

Pibe ha detto...

il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni
eleonore pibe roosvelt

dressel1981 ha detto...

grazie, digitello

Bk ha detto...

Il segreto non sta nel fiore che nasce. Ma nel fatto che tu ci hai provato. Che non hai mollato.
Che ci hai creduto.
E' quello che fa crescere il fiore.
E il premio? Il premio sta nel fatto che sei diventato un essere migliore.
Hai ragione fratello, non è una favola: è un solo un modo per diventare splendidi come metallo lucente.

Lillo ha detto...

Mah.

Gli unici semi che mi piovono addosso in continuazione non sono quelli che fanno nascere i fiorni, ma quelli che sparano caxxate.

Maledetto clima temperato.

Baci,
-L.

MusEum ha detto...

Si scoraggia, scoreggia e se ne va.

Sei un G E N I O!
Me fai morì, me fai!

Ma noi mica ci scoregg... scoraggiamo! Giammai!
Al massimo ci scoragg... scoregg... Vabbè, insomma, se semo capiti! :D

digito ergo sum ha detto...

@nonsoloattimi

Eh, cara, non ti impegni abbastanza. Rimandata a settembre!

@lea

Ci ho messo 5 minuti, ma alla fine ho letto la finezza (te sei stata brava, sono io che sono rinco...). Hai ragione. Hai proprio ragione. Grazie di essere passata e di avere detto la tua.

@melina2811

Cara, continua a pensare così e ripassa a leggermi, eh? Come? Ovvio che faccio altrettanto, ci mancherebbe...

@lucignolo

Sei come una ventata d'aria fresca dopo un caldo invernale. Sei "un bicchiere d'acqua nelle notti dei miei guai" (Baglioni). Ma chi sei? Grande cosa... anche se infonde ottimismo, mi sa che il solo aspettare crea aspettative. Non basta. Mi sa... Ti abbraccio e ti ringrazio.

@rockpoeta

Sei troppo intelligente e troppo sensibile per non capire che il mio è solo un invito, uno stimolo. Tutto è perfettibile ed opinabile. Credo anche che quando uno si impegna, ottiene sempre i risultati, anche al di là delle forze avverse.

Ti ringrazio comunque perché sei sempre illuminante. Se ti piglio a cazzotti, la prima volta che ti vede, non è per questo.... ahahahah (scherzo, neh?). Ti abbraccio forte, caro

@pibe

Lo dico, lo ridico e lo ribadisco: te sei un grande.

*******************************
*PS: PER TUTTI - Fate un salto*
*sul blog del PIBE, dopo vi *
*sentirete molto PIÙ BENE! *
*******************************

@dressel

prego, dressellina (!)

@bk

Che strano! Sono pienamente d'accordo con te. È la prima volta, oggi... ;-)

Parli da iniziato, parli...

Un abbraccio

@lillo

C'è una cura per le allergie. Si chiama Polo. Puoi scegliere tra il NORD e il SUD. Li saresti immune. So che non serve a nulla, ma ti sono vicino, in questi giorni di prurito. Però ti gratti da solo, neh? Maialino...

Un abbraccio

digito ergo sum ha detto...

@museum

Ma io quanto ti voglio bene? Eh? Di più, molto di più. Guarda, ti voglio MEGLIO, perché PIÙ BENE non si dice. Un abbraccio

nonsoloattimi ha detto...

nooo... non valeeee... la colpa è tua!

digito ergo sum ha detto...

@nonsoloattimi

...bricconcella... sempre colpa di qualcun'altro, eh? Ma guarda un po'. ;-) Ma va là, che sei un angelo. Un abbraccio

MusEum ha detto...

Da me c'è una cosetta per te...
Tanto perchè a me i sognatori concreti vanno parecchio a genio... :D

digito ergo sum ha detto...

@museum

Sono davvero commosso. E, per una volta, non sto scherzando.

Credo davvero che, grazie al supporto di molti (di tutti? perché no...) i nostri figli vivranno meglio e con molti meno rimpianti.

Io, se non ti spiace, lo piazzo subito sul mio blog.

Un abbraccio grande grande.

Digito

MusEum ha detto...

Ma scherzi? L'ho creato apposta ;)

Un abbraccio a te!

Avanti tutta, capitano!

digito ergo sum ha detto...

@museum

Per ringraziarti (e non sarà mai abbastanza), d'ora in poi laveremo i piatti a turno... questo secolo inizio io!

Un abbraccio

MusEum ha detto...

Ahahaha! :D

ArabaFenice ha detto...

ciao Digito, è un piacere ritrovarti, con questo POST POST-lunga-assenza.

POSTilla: metto subito il banner. E' una causa in cui, anche se donna, credo molto.:-)

Sara ha detto...

io dico che quel fiore te lo sei fumato prima di scrivere la storiella! :)

un abbraccio

digito ergo sum ha detto...

@arabafenice

Carissima. Anche per me è un assoluto piacere riaverti qui. Bazzico sempre i tuoi numerosi blogsztzts... il tempo è poco e sempre meno (il Movimento prende tante energie e, come puoi immaginare... noi tutti ne investiamo in quantità, perché l'obiettivo è mastodontico...).

Ti ringrazio davvero di cuore e vi abbraccio.

@sara

preso! incredibile... ma come hai faciu... febb.. fatto?!

Un abbraccio

Daniel ha detto...

Oddio! La cosa che mi è rimasta di più è la storia di fumarsi i parassiti... come sono!?????

Grazie per il tuo passaggio Mr Digito!

Nice evening
Daniel

digito ergo sum ha detto...

@daniel

Che dire... se non li fumi non puoi saperlo... ;-)

Grazie, costantemente e sempre grazie a te.

daniela ha detto...

E' bella, è vera, e c'ha pure la morale. Che si può volere di più? :-)

Il banner di Museum me lo piazzo anch'io sul blog. :-)

Bk ha detto...

Ti tocca fratello...
è molto che non fai meme.
Ma questo è speciale.
Come il nostro pensare.
Per te, dalle mie parti.
Bk

digito ergo sum ha detto...

@daniela

Sei bella, sei vera, e c'hai pure una morale. Se stiri e lavi i piatti ti sposo domani. A quest'ora. ;-)

Grazie grazie grazie.

@bk

Solo perché sei te.

PS: MA VOI DUE NON DORMITE MAI?

Agnese ha detto...

Ecco.
Mi ci voleva, sta favoletta.
Al momento io sono non nella fase dell'incazzatura da primo cavaliere.
Sono nella fase depressione caspica da occhi perennemente gonfi.
Che almeno mi donassero, gli occhi gonfi!!!

sbriciolata ha detto...

certo che tutto quel lavoro porta i suoi giovamenti, ma chissà che avranno fatto gli altri due cavalieri nel mentre...e chi può dirci con tutta certezza che alla fine non sia stato il terzo a non averci capito niente? io mi fumavo l'erba e mi andavo a fare un pokerino col mago!

digito ergo sum ha detto...

@agnese

Serve a niente, lo so... ma ti sono vicino. A volte può servire. Spero. Ora archivia la prima fase... sposta "le macerie" e inizia a ricostruire. La cosa più difficile è iniziare a farlo.

Un abbraccio

@sbriciolata

ahahahahah! Interessante modo di vedere le cose. Il poker col mago no... è uno che trucca! (oddio...)

A presto

Teddymorsicchio ha detto...

Sì penso di aver capito e penso che tu abbia ragione.Piacere, io sono Patty

digito ergo sum ha detto...

@teddymorsicchio

Grazie di essere approdata e di aveere detto la tua, apprezzatissima, opinione...

Spippy ha detto...

Il primo cavaliere resta comunque un idolo. Per il fatto di essersi scoraggiato e di aver scoreggiato. Almeno si è tolto un peso :))))))

Spippy ha detto...

Pardon, era il secondo..

digito ergo sum ha detto...

@spippy

È tutta natura... ;-)

Teddymorsicchio ha detto...

Comunque bello questo post scriptum!!!Patty

digito ergo sum ha detto...

@teddymorsicchio
Eh? Che classe? ;-)

Renata ha detto...

Il mio treno urla perchè....l'ho preso per una pelo ! (;-))) Ma adesso sono qui. Meglio mardi che tai!Che ne dici? Oggi mi sento oca come a vent'anni. Il famoso tempo in cui si riusciva a ridere mezza giornata storpiando le parole. E perchè? Perchè sono serena come un cielo sereno. Dopo molti giorni un certo dolore, mi lascia un po' do respiro. Poca cosa ? Ma mi faccia il piacere ! Caro Digito, sei piacevolissimo. Bacio.

digito ergo sum ha detto...

@renata

ma che piacere "ospitare" uno spirito ironico... Sono felice che, quel certo dolore, se ne stia andando. Tu non pemettergli mai di tornare, ok? Ti abbraccio e ti ringrazio di essere atterrata qua. Anche qui e quo.

Anonimo ha detto...

s.b

Questa storia la conosco. Me l'hai raccontata tu. Mi manchi

digito ergo sum ha detto...

@s.b.

Ma è un bel mancarsi. Figurati, se oggi non ci manchere... mancherebb... mancassimo, probabilmente ci odieremmo. Allora, cara, va bene così. Non credi?