30 maggio 2008

Ho vinto dei premi

"Premio" va letto con la "erre moscia" che fa un bel sacco più scic. Kiarina e Suysan (che Dio le preservi) hanno voluto pregiarmi di cotanto onore. Questo vuole dire che le droghe sintetiche tengono ancora banco. :-)

Proprio me, che l'unico premio l'ho vinto in stronzologia applicata... proprio vero che la vita ti riserva delle soprese incredibili...

"Ledis end gentlemen, de uinner is... daigito irgo sam"

Ecco i premioni:

Come tradizione vuole devo assegnare questo premio a 3 bloggertstzt ed è impresa ben ardua e Ben Dur (che, di premi Oscar Da BBagno ne ha vinti a decinaia):

Simona che, con ironia, mette a nudo e scopre i nervi ai mali del Mali. No! che con ironia ci porta a riflettere sulle nude crudità di questa società (taratatà)

Acquachiara perché, con la sua profonda conoscenza, mi ha offerto (aggratisse) almeno mille mila spunti di riflessione. La leggo senza osare commentare, la leggo come un'orazione.

Nicchiadiconfine perché é una perla in un mondo di pirla. E ho detto tutto. Esistesse davvero, una persona così, farei carte false per sposarla. Io CI voglio un gran bene, ed é un gran bene che qualcuno la legga bene.

A Suysan vada il mio grazie di cuore. In realtà credo che lo sviluppo della mente sia ben altra cosa ma, essere annoverati in questa categoria, mi rende orgoglione. A balla...

Questo premio, invece, mi è stato conferito dall'infinita dolcezza di Kiarina.

Anche in questo caso, scegliere a chi darlo, è un'iNpresa titanica (fatica di un tizio che, nuota oggi, nuota domani, affoga inesorabilmente).

Il mago del meme é di certo Baol, che è talmente aUanti da superare se stesso.

Un blog a cui neppure una miliardata di lettori renderebbero giustizia è quello del Pibe di Correggio. Scende nei momenti della vita come pochi.

Più in generale (dietro la collina), ma però, i blog che leggo (e che trovate nei miei preferiti) sono quelli in cui sguazzo come una papera nel suo stagno. Quelli che non vi figurano (ma che leggo uguale) sono figli della mia pigrizia. La sorella della mamma di Pigri. Bella topa.

Un abbraccio a tutti voi. Sì, anche a te. Che Dio tassista (ehm..., senza apostrofo mi garba di più).

Posta un commento