1 maggio 2008

I segni son desideri...

A pensarci bene, il sogno è il segno di qualcosa che si vuole. Ehi, attenzione... qua ci si muove su una polveriera. Un conto é ciò che si vuole, un conto é quello che si crede di volere. I sogni passano, ritornano, si modificano. Diciamocelo... i sogni sono treni che passano sempre da una stazione anche solo leggermente diversa. Quale senso può avere, aspettare un sogno sempre e soltanto sullo stesso binario? E, tra il comodino, tra il caffé quotidiano e il sogno, quale distanca c'è? E come la si misura? In metri? In baci? In chili? Io non lo so. So solo che solo chi é solo si avvicina ai sogni fino a poterli toccare, per tutti gli altri, i sogni sono parentesi cerebrali tra ciò che si vive e ciò che si vorrebbe vivere. E, anche in questo caso... ciò che si vorrebbe vivere, chi ci mette "la mona sul ceppo" che è veramente quello che si vuole? A me, questa cosa qua, mi sta facendo uscire di senno. Sennò mica lo scrivevo, no?

Digito cogita...

52 commenti:

nonsoloattimi ha detto...

Cenerentola diceva..."I sogni son desideri...di felicità.
Nel sonno non hai pensieri
Ti esprimi con sincerità.
Se hai fede chissà che un giorno
la sorte non ti arriderà.
Tu sogna e spera fermamente
Dimentica il presente
E il sogno realtà diverrà...

e ho detto tutto!!!

Ti ho lasciato un commento nel post precedente... credo che sia urgente... vedi un pò tu!!!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Un segno... datemi un segno... :-)))

Credo che ci siano i sogni e le aspettative di quello che tu vuoi raggiungere anche se sembra un sogno (non male lol, anch'io non scherzo nel rendere contorta la frase lol ma credo che tu abbia capito)

Io ho in testa il secondo tipo.

Non so su quale binari passi, ma ho la feroce tenacia di cercarlo su tutti.

Ciao Digito
Daniele

digito ergo sum ha detto...

@nonsoloattimi

hai detto tutto, hai detto. ascolta... ehm... le mutande le ho lasciate da te? :-)

@rockpoeta

CENTRO! sei un grande. ma grande grande, neh? un abbraccio

nonsoloattimi ha detto...

AHHH... erano mutande quelle??? le avevo scambiate per la tovaglia... ma mi pareva di non averne mai avuta una rossa a pallini verdi!!!

Nikita ha detto...

"...noi siam fatti della stessa sostanza di cui sono fatti i sogni. "
Shakespeare, da "La tempesta"

Nikita

Teddymorsicchio ha detto...

I sogni sono ciò che desideriamo e per cui in fondo lotteremo sempre affinché diventino realtà..perché l'uomo tende all'infinito per completarsi..Patty

digito ergo sum ha detto...

@nonsoloattimi

occheeiii, e i calzini, quelli almeno li hai trovati o credevi fossero tende? :-)

@nikita

vero a metà. perché i sogni non sono fatti completamente della stessa sostanza con cui siam fatti noi. procede tutto bene? ti abbraccio

@patty

uella... risposta profonda... "l'uomo tende all'infinito per completarsi"... ora mi si ingrana la marcia e mi tiro due o tre chili di pipponi baudoni mentaloni...

Suysan ha detto...

Arthur Schopenhauer: La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro. leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare.

digito ergo sum ha detto...

@suysan

a me SCIOPENAUER mi fa impazzire, davvero... ho visto tutti i suoi film... :-) ti abbraccio

Baol ha detto...

Se cogiti troppo poi summi assai caro mio

desaparecida ha detto...

E' che "mona sul ceppo" è uno slang troppo lontano dal mio dialetto nord-africano...
Ma qndo sei così cogitabondo....fai cogitare anche me verso mondi lontani dove i sogni sono solo un itereludio di mezzanotte,che mi annulla il pensiero e mi accende il movimento!

un abbraccio forteforte

Roberto Miorelli ha detto...

Sogni&segni e sognare&segnare, per me credo che la linea di condfine stia racchiusa in questa distinzione. Mi spego. La stazione ed il treno per me appartengono al sognare ossia a quella cosa che noi consciamente si crea da non addormentati, sono quelle cose che noi si crea per sfuggire al razionale ed alla ragione fredda e cruda, quei treni che passano "da stazioni sempre leggermente diverse" come hai detto tu. Stazioni che noi fabbrichiamo e treni che noi facciamo passare.
Per me il Sogno è qualcosa che non si può governare non ha stazione ne treno perché stazione e treno non è o meglio è anche questo ma è anche dirigibile e mongolfiera, macchina in autostrada, bicicletta su un sentiero o ancora meglio è una bicicletta che viaggia su rotaie sospese da una mongolfiera e trainate da un dirigibile. Insomma un gran casino nel quale la ragione va in tilt. Il Sogno credo che sia "semplicemente" un Segno di libertà e di spensieratezza mentale un riposo della ragione nel quale escono le nostre paure le nostre certezze, credo che sia il nostro Essere celato, "niente" più.
Sai Digito, mi hai anticipato con questo post, giusto un giorno prima volevo scriverne anchio uno sullo stesso argomento ma non avevo spunti mentali e quindi è rimasto tra le bozze, ora che me ne hai dati gli rimetterò mano, chissà maggari qualcosa ne esce.
Grazie dello spunto, a presto.

Roberto

PS: scusa la sterminata lunghezza del commento ma hai toccato, tanto per cambiare, un pensiero sensibile

luce_ab@libero.it ha detto...

Caro Digito,i sogni sono parte essenziale della nostra vita perchè ci consentono di rendere più bello quello che ci ruota intorno,ci permettono di superare i limiti dell'immaginabile e non è detto che chi è solo li tocchi e gli altri li trasformino in ricreazione mentale.
Ma una cosa mi inquieta: i sogni sono tutti belli o è soggettivo? Hitler cosa sognava? e Ghandy?
Anche tra i sogni bisogna stare attenti perchè alcuni che si sono trasformati in realtà erano incubi per gli altri...
Io personalmente sognavo tanto, dipingevo la realtà senza avere la testa tra le nuvole, come se cercassi ogni volta il colore migliore per la parete si cui voglio appendere il quadro del mio desiderio,poi la realtà mi aveva fatto svegliare e non mi permetteva di fare sogni... all'improvviso un paio di sogni che erano in soffitta si sono realizzati e allora ho cominciato a sognare di nuovo e ho capito che la vita ci vuole svegli si, ma che poi ci adora se con gli occhi sognanti desideriamo, amiamo, creiamo, e andiamo avanti, sognando sognando, incontrando incontrando, camminando camminando, insomma vivendo vivendo.
E ho deciso di non smettere di sognare....
Perdona la lunghezza ma mi piace l'argomento, spero di non romperti...
Ti abbraccio affettuosamente
Ps grazie del silenzio che hai lasciato a casa mia, credo che fosse pieno di parole ( e non parolacce spero!!), adoro sempre quello che scrivi anche se non lo scrivi.
A presto..cià!!

Farfallaleggera ha detto...

Scrivi: "i sogni sono treni che passano sempre da una stazione anche solo leggermente diversa." Com'è vero. Il problema di fondo, per me, è riuscire a salire sopra ad almeno uno di quei treni...ciao farfalla

digito ergo sum ha detto...

@baol

mah... per ora, nel cogitarmi addosso, ho ricavato solo un gran mal di testa... Un abbraccio

@desaparecida

te sei talmente immensa sei, che la distranza tra il nord africa e la svizzera del sud, la copri tutta con la tua dolciuria, con la tua tenerità e con quel popo' di capoccia che tieni. Ti abbraccio

@roberto miorelli

credo che, caro roberto, il sogno non sia indice di libertà ma di schiavitù. sia fuga e non arrivo, sia qualcosa che vogliamo e che temiamo. ben felice di averti ispirato. beh... io ti respiro, tu ti ispiri... poteva anche andare peggio, no? un abbraccio

@luce

cosa sognava Hitler? un mondo migliore. dal suo punto di vista, ovviamente. il problema non credo di ponga in questi termini. il sogno è cio' che desideri te, non per forza quello che vogliono per te gli altri... tutto è dettato dal libero arbitrio. da questo singolare processo del sé che ci pone attori e convenuti, giudici e boia, marmellata e castagne (era così, tanto per scrivere una ca__ta).il libero arbitrio è ben bastardo. ma anche no. e il sogno ne é figlio.
il silenzio che ho lasciato da te era pieno di parole di ammirazione. a volte, non commentare, aiuta a restare in linea con i contenuti e con le emozioni del post. ti abbraccio

@farfallaleggera

sai cosa c'è? c'è che il problema di salire sul treno è l'ultimo che occorre porsi. te ti sei mai chiesta se non stai facendo di tutto per essere investita, da quel treno? ti ringrazio di avere appoggiato le tue ali leggere su questa pesante maglia della rete.

Tony Pannone ha detto...

Digito chi non sogna mai vive veramente, chi sogna spesso, sogna di vivere. E' un po' scurrile pero' e' un' idea. un forte abbraccio da Tony Pannone. apresto.

Anonimo ha detto...

Carissimissimo Digito che mi fa cogitare tanto, il libero arbitrio rappresenta la libertà di scelta ma il sogno è la terra del desiderio,perchè non sempre quello che si ha è quello che realmente si desidera...però io sono convinta che sognare rende più bella la vita,specialmente se i sogni vengono condivisi con chi si vuole bene( amico o amore che sia) perchè nella terra del sogno anche le nuvole, se piove, hanno l'arcobaleno intorno.
E uno come te, Digito, nella terra dei sogni potrebbe anche diventare sindaco se in campagna elettorale parla come scrive e mangia come parla,io voto per te ( ma mi devi sistemare al comune, EHEHEH voto di scambio ,eheheh)
A perte gli scherzi senza i sogni anche quelli piu innocenti la vita sarebbe monotona e triste come la realtà.ti abbraccio forte( e mi raccomnado non smettere di sognare in techincolor come sai fare)
Ti abbraccio come al solito
Ps non avevo dubbi che i tuoi silenzi sono manifestazione della tua sensibilità e grazie delle belle parole che hai per le mie.
Ti riabbraccio
Luce

lindöz ha detto...

Sogni nel cassetto... e pensare che io non ho neanche il cassetto dove infilarcelo il sogno!!

Roberto Miorelli ha detto...

La tua asserzione mette davvero in crisi la mia perché la trovo vera allo stesso modo! Ed allora? Allora c'è che se si fugge da qualcossa non è certo dalla libertà ma dalla prigione, altresì se si deve sognare per essere liberi allora si sta in una prigione allo stesso modo. Digito ergo(piccola pessima battuta chiedo venia;)) arrivo alla conclusione che comunque vada tra sogno o realtà che sia noi si è in quel magnifico e triste luogo che Faber chiamò con le magnifiche parole di "Prigione Senza Confini"... che flash mi hai appena fatto venir in mente un altro post.
A presto Digitazzo (mi piace troppo :D)

Roberto

Roberto Miorelli ha detto...

Scusa Digito, sul mio commento ho scambiato i membri senza accorgemene! Che che testa di membro che sono, SCUSA!!!

Roberto

debug ha detto...

Io ho sognato che ci incontravamo.
Che sia un segno?
Un bacio
d
:-)

MARGY ha detto...

"....The dream is over
What can I say?
The dream is over
Yesterday
I was the Dreamweaver
But now I'm reborn..."

John Lennon

digito ergo sum ha detto...

@tony pannone

se non vive mai veramente, è anche vero, allora, che non muore...
Non la trovo un'idea scurrile, vorrei solo avessi ragione te. Magari è così, chissà?

@luce

il tuo fascino ombreggiato è degno della tua intelligenza e della profondità del tuo sapere pensare. te sei bella anche senza volto. resta una cosa che condivido. sognare rende più bella la vita. tutti noi, da soli o accompagnati, affondiamo, se non c'è un sogno motore o un sogno timone... ti abbraccio

@lindöz

allora mettili sotto al cuscino o nel bauletto della moto, no? :-)

@roberto miorelli

leggendovi giungo alla conclusione che sogno e realtà fanno parte della realtà stessa. perché la realtà può essere cambiata seguendo un sogno e i sogni possono cambiare, a dipendenza della realtà che si vive. i membri vanno bene così, te lo dico con rispetto e umiltà. Ti abbraccio

@debug

dolce amica, se fosse il segno inequivocabile che, l'impepata di cozze, a notte fonda, resta sullo stomaco? un giorno ci incontreremo. ti abbraccio

MARGY ha detto...

e dopo un commento serio...eccoti quello scemo!!!

DLING DLOG:
ATTENZIONE:
il treno dei Sogni diretto a Lugano porterà XXX minuti di ritardo...ci scusiamo per il disagio....

DLING DLONG:
avvisiamo i gentili passegeri che è SEVERAMENTE vietato attraversare i binari..non oltrepassare la linea gialla!
GRAZIE.

:D
tu cmq hai "blaterato" il biglietto????....
uahuahuahuahauhauauauha

MARGY ha detto...

@BAOL:
grandeeee!! mi sei piaciuto compà...

;)

MARGY ha detto...

.....

:D

MARGY ha detto...

sei in diretta! t'ho beccato eh??..
baci DigitALI !

digito ergo sum ha detto...

@margy

il treno dei sogni, a Lugano, è una vita che non passa più. io la linea gialla non la oltrepasso, te però non tirarla su col naso, è dipinta, è...

un abbraccio

ehi, sei in ripresa? ne sono felicIe

Alicesu ha detto...

Non ho tanti "sogni" intesi come cose irrealizzabili... vivo di progetti, semmai, che cambiano anche con una velocità vertiginosa. Forse perchè ancora non ho deciso bene cosa voglio, nei dettagli... So di sicuro cosa non voglio...

aModoMio ha detto...

mi è venuto mal di testa...

MusEum ha detto...

Azz... Sti sogni...
Ma quanto se la tirano? Prima ti ci fanno credere e poi ti mandano in bianco sul più bello!

Ma noi siamo masochisti, nevvero?

Besos, dreamer.

Dyo ha detto...

E' interessante il distinguo fra quello che si vuole e quello che si crede di volere.
Passerei la notte solo a pensare a questo.
Perchè io non lo so mica se voglio davvero o credo di volere.
Ossignore, ero già incasinata di mio...
;)

Penelope ha detto...

...Siano grandi, coraggiosi, colorati i tuoi sogni,
non ridimensionarli mai,
non venderli e non svenderli mai!
Niente è mai scontato in te
e i tuoi sogni lo dimostrano!
Abbi il coraggio di sognare, allora,
e se vuoi conoscerti davvero
guarda sempre ai sogni che hai
e per i quali sei sempre pronto
ad investire in speranza,
non una volta soltanto,
ma tutti i giorni!

riri ha detto...

I sogni sono uno spazio d'ombra che ci permettono di andare avanti nella luce....

max ha detto...

mi manca solo che do retta ai miei sogni...allora si sono da psichiatrico

digito ergo sum ha detto...

@alicesu

i sogni non muovono anche i progetti? cambiare la mira in corsa è indubbio segno di duttilità (ta ta) che, di suo, è già una delle tante intelligenze.
sapere cosa non volere, non è già un volere sapere? ti abbraccio

@amodomio

da una psicologa non me lo sarei mai aspettato. Col tuo mestiere rischi un'overdose acetilsalicilico.

digito ergo sum ha detto...

@museum

masochisti noi? te lo dico solo se mi frusti... un abbraccio forte

@dyo

che sorpresa! sai... i peripatetici (filosofi che pensavano e leggevano camminando) dicevano che uno non è felice quando ha ciò che vuole ma lo è quando non vuole ciò che ha...

a me, 'sta cosa, ha tolto il sonno diciamo... dall'85 al 2009. Eh? ti abbraccio

@penelope

come sposa la verità assoluta delle cose, quello che scrivi. sei una maga capace di magia. grazie

@riri

e se fosse qualcosa di più? se fossero ombra, i sogni, capaci di creare luce? bella cosa hai scritto, grazie

@max

immagina, anche solo per un istante, che quanto vivi è a tua disposizione affincé tu possa realizzare i tuoi sogni. immagina che i sogni possano modificare la tua realtà per permetterti di prenderli al volo... non dare retta a questa strampalata teoria, sarebbe da psichiatra... no? ti abbraccio

nonsoloattimi ha detto...

voglio sognareeeee!!!!!

digito ergo sum ha detto...

@nonsoloattimi

passa da me, allora... :D

occheeeiiiiii, vado, vado...

nonsoloattimi ha detto...

lo so già dove vai... hihiihiihihii

Anonimo ha detto...

Per sognare basta un'idea che ti frulla per la testa con le sue ali che solleticano la fantasia, alimentano desideri, e spesso colorano la realtà e la modificano, perchè un'altra cosa importante dei sogni è che hanno la capacità di trasformare una realtà...a me capita così, e di solito sorrido di più, mi inca...o di meno e mi riconcilio con il mondo e udite! udite! sensa sostanze stupefacenti ma stupefacendomi davanti ai miei piccoli sogni realizzati.
Caro Digito con il tuo post da un pò sogno di più...
Baci da fine settimana da una barese al sole che sogna la Luna.

nonsoloattimi ha detto...

... un bel pò che sono fatta così?... ti riferisci forse all'età??? grrrr... guarda che io graffio!!! :P

digito ergo sum ha detto...

@nonsoloattimi

prima o poi mi consumerò tutto... hai capito bene cosa intendevo dire, neh? un abbraccio

@anonimo

buon fine settimana anche a te, barese che sogna la luna..

bellissimo quello che scrivi. si chiama magia...

digito ergo sum ha detto...

ehm... questo "anonimo" sa tanto di luce :D

nonsoloattimi ha detto...

Digitinooooo... cerca di farti perdonare... altrimenti... scompagni a morte... giurin giurella!!! ecco! tiè!

digito ergo sum ha detto...

@nonsoloattimi

cosa mi dovrei fare perdonare cosa? confesso che non ti seguo (son fesso?)... "scompagni a morte", cosa vuole dire? quando fumi la maria, carica meno il chilum, no? :-)

Tony Pannone ha detto...

Digito non ho capito la tua risposta, certo che noo muore, qua' nessuno di noi morira' veramente. In quanto allo scurrile, mi piace il termine e volevo scherzare con te scurrivolmente,sulla morte non credo che esista. Al cimitero non vado mai, perche' credo che sia solo un posto per l'igiene sociale, dove vedi fiori buttati via e fotografie incollate su gelidi marmi. Siamo vivi e comunchiamo senza toccarci, vuoi una prova maggiore che la morte non esiste. Il corpo morira' sicuramente ma io tu e gli altri non siamo il nostro corpo siamo ben altro....Un forte abbraccio da Tony Pannone.

Anonimo ha detto...

Bravo Digito!! La barese che sta sulla Luna sono io, Luce mi ero dimenticata di firmare...ammazza mi riconosci dalla scrittura,ma allora sei davvero uno che cogita tanto ( o sono io che scrivo sempre le stesse cose eheheh)!!!
Sono venuta a controllare se avevi risposto e ho visto della firma e del tua apprezzamento e ralativo riconoscimento..nell'altro post ti ho anche cheisto come fare per smetterla con anonimo, male male me lo dici in email per non tediare gli ospiti di casa tua non imbranati come me.
Ti abbraccio uomo sensibile e intelligente. Luce

LuNaTiCbAbY ha detto...

E se tutti quanti si buttasse all'aria la realtà e si vivesse solo di sogni? Se ci si incontrasse lì, per ridere e stringersi forte, per condividere le stranezze di quei mondi notturni ma anche pomeridiani o mattutini. Credo che lassù, su quelle nuvolette, nemmeno le persone sole si sentirebbero più tali.

digito ergo sum ha detto...

@tony pannone

sono ripassato da te, cercando di spiegarmi meglio. mica facile, sa'? ti abbraccio

@luce

te sei inconfondibile, ogni volta che passi... spazzi il buio. ti abbraccio. ti ho risposto nell'altro post.

@lunaticbaby

grazie di essere passata e di avere detto la tua. condivido pienamente. saresse bello se sarebbe così....

Shiver ha detto...

hola, mi piace come scrivi...torner� sul tuo blog...la vita � troppo breve..il tempo � cosi poco..."solo chi � solo si avvicina ai sogni, fino a poterli toccare" i sogni estensione del nostro inconscio..o meglio il nostro inconscio che ci vuole suggerire qualcosa...chi � solo, � sempre in compagnia di se stesso...ha tempo per ascoltarsi...bisogna vedere se vuole capire ci� che ha da dirsi...
a volte invece si sogna perch� la realta nn ci soddisfa...per evadere...fare della propria vita un sogno, sarebbe una bella sfida...

digito ergo sum ha detto...

@shiver

grazie di essere passato e, ti prego, se il tuo "contributo" ha simile valore, passa ogni 5 minuti. 6 al massimo. sarebbe una bella sfida fare della vita un sogno... mi garba, questa cosa. Del resto, l'alternativa, sarebbe sognare un'altra vita... grazie mille!