27 giugno 2008

A no taitol uan

Stamattina ho visto una vecchietta appesantita da due gigantesche borse della spesa. Mi sono offerto di aiutarla e così, sono arrivato sotto casa sua con lei. Ha voluto darmi una moneta, che io non volevo prendere; ho visto, dall'altra parte della strada, un peruviano che suonava il flauto di pan (che suonava male, forse perché era in PAN). Ho attraversato la strada e ho messo la moneta nel cappello in cui raccoglieva gli oboli. Qualche minuto dopo un tossico, passando di corsa davanti al suonatore di ambulanze, gli ha fregato il cappello, correndo all'impazzata.

L'amorale di questa storia: aiutare le vecchiette e fare opere pie fomenta la microcriminalità e lo spaccio di droga.

La prossima volta che vedete una vecchietta appesantita dalle borse della spesa, portatela in un vicolo e saccagnatela di schiaffoni. Ci guadagnerà la società tuttà. (taratatà)
Posta un commento