18 settembre 2008

Tati auguri a voi

Che io non credo all'utilità del tempo, che io non credo che sia stato dio, che ti ha creato e ti si è infilato dentro, dicendo "attento, fai solo quello che farei anch'io"che io non credo neppure che mi manchi, e questa notte, ti prego resta qui, che abbiamo i sogni eppure i denti stanchi, abbiamo voglia di restare lì, a guardare un futuro che si fa aspettare, un figlio maturo da non dovere accudire.

Che non ci credo alle palle in centro, che poi la vita inigusta non è mai, e certe cose ti si mangian dentro, ma queste cose del resto già le sai, la vita è sposa che non sarà mai moglie, che ogni gioia c'ha le sue belle doglie.
-------------------------------------------------

Ah, oggi quel coglione che state leggendo raggiunge (credo) le 36 primavere. Eppoi false. Auguri di cuore a tutti voi, diversamente da così, non riuscivo a dire ciò che voglio augurarvi. Però è tutto sincero.

Un abbraccio forte come meritate.
Posta un commento