23 settembre 2008

Post...ulato

In questi giorni son vuoto. Non ci ho un casso da dire. Mi sento come un prione nel suo bel coLLione...

Ci ho un'amica che, in questi giorni, sta vivendo dei momenti magici. E riflettevo sul fatto che, alla fine, è un po' come se li STAREI vivendo io. Provo una gioia assoluta e quasi perfettamente idilliaca. Eppoi, del resto, sono felice pure perché è la prova provata che il destino è la negazione perfetta di se stesso. Lei si è fermata, ha riflettuto su quello che, nella sua vita, andava rivisto e si è data da fare. Che queste cose, mi danno seNpre una pace dentro che neppure due ventenni bisex... (con le tette grosse, macchévelodicoaffare...).

Ergo, allungare le braccia e andare incontro a ciò che si vuole, non è forse l'unico modo per ottenere ma, il migliore, credo di sì.

ps: A Lugano tira un freddo che pórcatröia!
Posta un commento